Filippo Frison sulle orme di Dalle Mura: un altro centrale di belle speranze cresce in casa Fiorentina

15.05.2021 19:45 di Antonio Pergola   vedi letture
Filippo Frison sulle orme di Dalle Mura: un altro centrale di belle speranze cresce in casa Fiorentina

CALCIATORE: FILIPPO FRISON

ALTEZZA: 185 cm circa 

PESO: 75 kg circa

RUOLO: DIFENSORE CENTRALE

PIEDE: AMBIDESTRO

ANNO DI NASCITA: 2002

NAZIONALITA’: ITALIANA

CLUB: FIORENTINA

In casa Fiorentina c’è un difensore centrale che potrebbe emulare il percorso fatto da Christian Dalle Mura. Con un anno di ritardo, certo, ma il paragone non è a caso. Perchè Filippo Frison è un classe 2002 proprio come il calciatore che quest’anno ha vissuto la sua prima esperienza tra i “grandi”, alla Reggina, ed in campo, vedendolo giocare, un po’ lo riporta alla mente.

Per il giovane Filippo, cresciuto nel vivaio del Bassano Virtus e prelevato dalla Fiorentina nell'estate del 2017, quella attuale potrebbe esser stata la stagione della definitiva consacrazione, quella che - si spera - possa definitivamente schiudergli le porte del calcio dei grandi. Sono 18 le gare giocate dal giovane difensore fino a questo momento, sotto la guida di mister Alberto Aquilani. E, in ogni partita, ha dimostrato di avere doti tecniche e morali per compiere finalmente il salto.  

Frison, come detto in apertura, somiglia tanto a Dalle Mura. Ma non solo. Perché a tratti ricorda anche il neo-scudettato Bastoni. Calciatore con buona tecnica podalica e con una buonissima struttura fisica che però non gli impedisce di avere anche una buona frequenza di passo. Bravo anche col piede debole, il destro, Frison non si fa apprezzare solo col pallone tra i piedi ma anche e soprattutto (come il ruolo d’altronde impone) in fase difensiva. Ovvero nel corpo a corpo, nella copertura della profondità, nell’anticipo e nella scelta di tempo dell’intervento, mostrando come detto una certa personalità ed una certa autorevolezza.

Insomma, un calciatore che presenta ancora buoni margini di miglioramento e che, siamo sicuri, dal prossimo anno apprezzeremo anche tra i grandi. Per un futuro radioso col sogno di assaporare, un giorno, la serie A che per ora ha soltanto sfiorato, quando Prandelli lo precettò per la gara col Genoa dello scorso febbraio, insieme all'altro golden boy Agostinelli.

© 2022 Nicolò Schira