La Juventus rimpiange Ronaldo: bianconeri a 4 gol... come CR7

20.09.2021 08:34 di Redazione NS   vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
La Juventus rimpiange Ronaldo: bianconeri a 4 gol... come CR7

La domanda ha incendiato le prime pagine di tutti i quotidiani sportivi dopo l'addio del fuoriclasse portoghese: la Juventus sentirà la mancanza di Cristiano Ronaldo? E CR7 sentirà la mancanza della Vecchia Signora? Il bilancio verrà fatto al termine della stagione, ma i paragoni sorgono spontanei dopo l'avvio di stagione zoppicante della Juventus, che deve ancora trovare una quadratura tattica e nuovi leader nell'Allegri-bis. I bianconeri, trascinati sin qui da Morata (3 gol), hanno rischiato grosso contro il Milan: avanti su un errore difensivo rossonero e in controllo, la Vecchia Signora si è sciolta intorno al 60' e ha subito il pari di Rebic, venendo salvata da Szczesny, che ha neutralizzato l'occasione di Kalulu. Un Milan rattoppato e ricco d'assenze dunque rimpiange di aver ottenuto un solo punto, mentre la Juventus tira quasi un sospiro di sollievo per aver evitato il ko e il remake del match contro il Napoli, nel quale mancavano i sudamericani.

Non è una Juventus convincente: penultima col Cagliari a quota 2pti in 4 gare (mai così male dal 1960-61), ferma a quattro gol in altrettanti match di Serie A e in difficoltà. E il pensiero va subito a CR7, forse poco collegato con l'ambiente-Juve e troppo "egoista", ma sicuramente decisivo: Ronaldo portava gol e risultati che ora mancano alla Juventus. E, mentre i bianconeri faticano e sono in fondo alla classifica dopo quattro turni, CR7 si trova a quattro gol in tre match: due al Newcastle, uno nel ko contro lo Young Boys e quello del vantaggio contro il West Ham. E, come se non bastasse il possibile rimpianto-Ronaldo, la Juventus assiste da lontano a un Icardi decisivo nel PSG: Maurito è subentrato e ha deciso PSG-Lione, segnando il 2-1 al 93' e il suo terzo gol in Ligue 1. Chissà cosa sarebbe successo se fosse stato lui (e non Kean) a sostituire CR7: sliding doors a cui non assisteremo mai. Mentre la Juventus dovrà trovare una nuova quadratura tattica e una nuova stabilità, per tornare grande...

© 2021 Nicolò Schira