José e Luciano, Mou e Spalletti: Roma, Napoli e la svolta coi nuovi tecnici

13.09.2021 07:52 di Redazione NS   vedi letture
© foto di Nicola Ianuale/TuttoSalernitana.com
José e Luciano, Mou e Spalletti: Roma, Napoli e la svolta coi nuovi tecnici

Corre José Mourinho, corre a perdifiato. Corre, come al termine di quella semifinale di Champions League che vide la sua Inter sconfiggere il Barcellona. Corre a perdifiato sotto la Curva Sud, per abbracciare ad uno ad uno i suoi ragazzi. La Roma ha appena battuto il Sassuolo nel recupero, con gol di El Shaarawy, regalando la vittoria a Mou nella sua millesima panchina. Siamo alla terza giornata di campionato, eppure l'esultanza è da ricordare per Mou e per il club giallorosso. 

Mou a Roma, Spalletti a Napoli: due nuovi tecnici, due allenatori d'esperienza, due maestri che hanno fatto rinascere due piazze "rovinate" da due allenatori che oltre alle capacità mediatiche non erano stati in grado di mostrare veri e propri stravolgimenti tattici. Tanto fumo e pochissimo arrosto, l'esatto opposto di ciò che abbiamo visto nell'avvio di stagione. Gattuso faceva segnare tanto, anzi tantissimo, il suo Napoli, che però era falcidiato dagli infortuni e si è sciolto come neve al sole nel match decisivo per la Champions League a Verona. Fonseca, invece, aveva trovato una quadra col 3-4-2-1, ma si era anche trovato a roteare portieri e subire la bellezza di 58 reti in 38 match, oltre 1.6 reti a partita con una difesa tutt'altro che memorabile.

Tutto è cambiato con José Mourinho e Luciano Spalletti. La Roma di Mou e il Napoli del toscano sono primi (col Milan) a quota 9pti: dalle tenebre alla luce. Solidità difensiva, fiducia totale in Zaniolo e Pellegrini e un Abraham in più: così i giallorossi hanno sconfitto Fiorentina (3-1), Salernitana (4-0) e Sassuolo (2-1). Cammino e solidità simili per il Napoli, che dopo aver sconfitto Venezia (2-0) e Genoa (2-1) ha avuto la meglio su una Juventus estremamente rimaneggiata: Spalletti ha vinto 2-1 in rimonta, sfruttando gli errori di Szczesny in un match preparato alla perfezione e totalmente dominato. Mou e Luciano hanno dato la svolta, e ora Roma e Napoli sognano. Vedremo se la leadership delle due formazioni del centro-sud sarà un fuoco di paglia, oppure se assisteremo a uno spostamento degli equilibri dall'asse Torino-Milano, in una Serie A mai così incerta...

© 2021 Nicolò Schira