Atalanta, è la fine di un ciclo: fuori dall'Europa col record negativo dell'era-Gasp

21.05.2022 23:04 di Redazione NS   vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
Atalanta, è la fine di un ciclo: fuori dall'Europa col record negativo dell'era-Gasp

Il ko contro l'Empoli, col contemporaneo successo della Fiorentina, sancisce la fine di un ciclo. L'Atalanta chiude ottava e manca le coppe, col record negativo dell'era-Gasperini: 59pti che non valgono la top-7 e che probabilmente daranno il via a una rivoluzione. La Dea ha ottenuto un record negativo in casa: 20pti in 19 gare, con sole quattro vittorie. L'ottimo cammino esterno (39pti) e la buona campagna europea, conclusa ai quarti di Europa League contro il RB Leipzig, non raddrizzano la più classica delle annate storte. E ora cambieranno molte cose, con gli addii già sanciti di Sartori (Bologna) e del responsabile del settore giovanile: li sostituirà l'accoppiata formata dal ds Tony D'Amico e da Massimo Margiotta, in arrivo da Verona.

Questi arrivi, sommati a quello del capo osservatori Lee Congerton (ex Leicester) e alla cessione della metà della società all'imprenditore statunitense Pagliuca, daranno vita a un'Atalanta completamente nuova. Nella dirigenza e nei giocatori, con molti cambiamenti in vista.

© 2022 Nicolò Schira